Blitz quotidiano
powered by aruba

Rimini, statua della Madonna coperta al meeting: “Paura dell’Isis”

RIMINI – La statua della Madonna nascosta per non urtare la “sensibilità” dei fanatici islamici. Anzi, per evitare che qualcuno, magari un lupo solitario ispirato dall’Isis, possa dare di matto e fare qualche gesto inconsulto. Il clima di terrore si è diffuso anche al Meeting di Comunione e Liberazione a Rimini.

Un video di RepubblicaTv svela cos’è successo nello stand della casa editrice Shalom, dove si vendono libri religiosi, rosari, poster e oggetti sacri. Qui però sulla statua della Vergine è stato posto un telo azzurro: “È per questi attacchi che stanno facendo. Loro hanno un odio verso la Madonna e quindi, per evitare, l’abbiamo coperta – spiega davanti le telecamere la responsabile dello stand -. La dovevamo togliere, addirittura perché qui ci sono tante religioni. Non era mai successo, avevamo dei quadri qui che ci hanno fatto togliere. È per evitare degli scontri”.

Il finale è all’insegna di un’amara ironia: “La Madonna è stata messa in castigo e ha accettato perché è umile. Ogni tanto la vengo a consolare”.


TAG: ,

PER SAPERNE DI PIU'