Blitz quotidiano
powered by aruba

“Rinnova Whatsapp o verrà disattivato”: occhio l’sms truffa

ROMA – “Rinnovi il suo WhatsApp o sarà disattivato”: è questo il testo dell’SMS che sta attualmente circolando tra i tanti che sullo smartphone hanno la famosa applicazione di messaggistica.

Ma attenzione, si tratta di un messaggio truffa che può facilmente trarre in inganno gli utenti più distratti. “Il link segnalato nel testo dell’SMS sembra attendibile (whatsappitaly.it)”, avverte la Polizia di Stato tramite l’account Facebook ‘Una vita da social’, ma “il sito ufficiale di WhatsApp è whatsapp.com”.

Se si riceve un messaggio del genere bisogna evitare di aprire qualsiasi link. Ecco il messaggio della Polizia:

Molti utenti di WhatsApp stanno ricevendo uno strano messaggio,SMS che li invita a rinnovare il servizio di WhatsApp per non vederlo disattivato. Un messaggio che lascia perplessi per il contenuto, o almeno dovrebbe perché il servizio di messaging non prevede un costo di rinnovo. Ma un utente poco attento può cascarci: in fondo – viene da pensare – è logico che WhatsApp conosca il nostro numero telefonico e il link segnalato nel testo del SMS sembra attendibile (whatsappitaly.it). Il sito ufficiale di WhatsApp è whatsapp.com e non ha una versione con dominio .it. FATE ATTENZIONE

Da qualche giorno, WhatsApp chiede ai propri utenti di accettare i nuovi termini di servizio. “Bene, se ancora non avete accettato, il consiglio che possiamo darvi è: non fatelo”, scrive sulla pagina Facebook ‘Una vita da social’ la polizia di Stato che sottolinea: “O almeno, se non sapete che cosa comporterà il dire sì alla nuova policy, fermatevi e leggete le nuove regole”.

“Da adesso infatti Facebook può ‘spiare’ su WhatsApp: numeri di telefono, contatti e altri dati che passeranno automaticamente anche al social network di Zuckerberg, proprietario tra le altre cose, anche della popolare piattaforma di instant messagging – avverte la polizia – Per evitare questo esistono due vie: la prima è semplicissima, quando arriva l’avviso, invece di accettare i termini basta digitare su ‘Leggi’. In questo modo si aprirà la finestra con il nuovo ‘contratto’ in cui poter scegliere di rifiutare le nuove condizioni sulla privacy”.


TAG: