Cronaca Italia

Rito pellerossa a Reano: operaio si ustiona, è gravissimo

Rito pellerossa a Reano: operaio si ustiona, è gravissimo

Rito pellerossa a Reano: operaio si ustiona, è gravissimo

TORINO – Ha partecipato al rito pellerossa della “capanna sudatoria“, ma qualcosa è andato storto ed è rimasto gravemente ustionato. L’incidente è accaduto a Reano, in provincia di Torino, e l’uomo è stato portato d’urgenza all’ospedale di Rivoli con ustioni di primo e secondo grado sul 60 percento del corpo.

L’ustionato è un operato di 32 anni residente nella provincia di Vicenza, ma che insieme ad altri due si era recato a Reano per sottoporsi al rito pellerossa. Due le persone denunciate per l’incidente: un fisioterapista di 47 anni, proprietario della casa dove è avvenuto il rito, e un operaio di 40 anni, ritenuto l’organizzatore della pratica.

Il rito pellerossa è quello della “capanna sudatoria”, originario della tribù dei Lakota, e consiste nel gettare acqua bollente contro pietre vicino a cui sono seduti coloro che si sottopongono alla pratica.

Secondo una prima ricostruzione, l’uomo rimasto gravemente ustionato aveva preso parte al rito pellerossa e sarebbe rimasto ferito quando il getto di acqua bollente è stato lanciato sulle pietre ma con troppa forza, generando un rimbalzo dell’acqua bollente sulle pietre che lo ha così travolto. Il fisioterapista e l’altro operaio sono stati così denunciati con l’accusa di lesioni colpose aggravate, mentre l’uomo ferito è stato ricoverato in ospedale e le sue condizioni sono gravissime.

To Top