Blitz quotidiano
powered by aruba

Roberto Zanutti trovato morto: caduto in un burrone, mistero su cause

UDINE – Prima le speranze dovute al ritrovamento del furgone, poi l’atroce verità.  È stato trovato morto, in un burrone lungo la salita del Crostis, l’operaio Roberto Zanutti, di 45 anni, scomparso da casa, a Udine, dalla sera del 21 ottobre.

Sono stati gli uomini del soccorso alpino a notare dei segni di scivolamento lungo un sentiero sterrato in località Solar, a circa 500 metri di distanza dal luogo in cui la Polizia, qualche ora prima,  aveva ritrovato il furgone dell’operaio. A poca distanza sono state rinvenute anche le chiavi del mezzo, probabilmente perse durante la caduta. A confermare l’ipotesi di un tragico incidente ci sono – riferiscono i soccorritori – anche i segni di un tentativo dell’uomo di risalire dal burrone.

L’incidente potrebbe essere avvenuto venerdì scorso, giorno della scomparsa. Il mezzo dell’uomo era stato notato per la prima volta in zona già sabato mattina quando ancora non si ipotizzava potesse appartenere a una persona scomparsa. Nelle ricerche, concentrate in zona dopo il rinvenimento del furgone da parte della Polizia del Commissariato di Tolmezzo, sono stati coinvolti anche dei cacciatori, conoscitori dei luoghi particolarmente impervi.