Blitz quotidiano
powered by aruba

Rocco Benedetto si presenta dalla ex Giacomo Pagato con un martello, ma…

PISTOIA – Si presenta a casa della ex moglie con un martello per buttare giù un muretto che lei aveva tirato su per impedirgli l’accesso ad un ripostiglio nella casa di cui ha in uso due stanze. Agli arresti domiciliari.

L’uomo, Rocco Donato Benedetto, 86 anni, di Pistoia, la mattina di martedì 4 ottobre si è presentato in via Petrocchi, a casa della ex moglie Giacoma Pagoto, 77 anni, con il martello in mano. Quando l’ha visto, in preda al terrore, la donna ha chiamato la polizia, e quando gli agenti sono arrivati, riferisce Il Tirreno, l’uomo ha minacciato anche loro: “Andate via o vi spacco la testa”, avrebbe detto.

Benedetto è stato portato agli arresti domiciliari nella sua casa di via Modenese, mentre la donna è stata denunciata per mancata esecuzione dolosa di un provvedimento del giudice. Secondo la sentenza del giudice, infatti, Benedetto aveva diritto a tenere le chiavi di un cancellino.

La storia che vede opposti gli ex coniugi è di lunga lata, come ricorda il Tirreno:

Nel 1996 la Pagoto stipula un contratto di diritto di uso e di abitazione a favore dell’anziano per due vani della casa, che corrispondono in pratica a metà appartamento. I rapporti poi s’incrinano, la donna non vuole che lui torni nella casa di via Petrocchi. Ci sono una serie di denunce e controdenunce. Benedetto viene condannato per lesioni gravi (durante una lite aveva rotto un braccio alla ex compagna) stalking e tentato incendio (aveva cercato di appiccare il fuoco alla porta di casa). Nel febbraio 2015 l’86enne impugna la sentenza del tribunale di Pistoia sul diritto di abitazione, e la Corte d’Appello gli dà ragione. L’avvocato della donna, Alessandro Fagni, in virtù della precedente condanna per lesioni nei confronti della sua assistita ha a sua volta chiesto (e ottenuto, nell’ottobre dello scorso anno) l’applicazione di una misura cautelare che impedisse all’uomo di accedere all’appartamento.

Poi, martedì scorso, l’ennesima lite. Per fortuna non finita in tragedia.


PER SAPERNE DI PIU'