Blitz quotidiano
powered by aruba

Rolando Mandragora, nonno Manlio Barometro ucciso in agguato

NAPOLI – È stato ucciso in un’imboscata martedì sera a Ponticelli (Napoli) il nonno del calciatore del Pescara, Rolando Mandragora. Il nonno era un vigile urbano ed è stato ucciso con una raffica di colpi di arma da fuoco. La vittima aveva 59 anni e si chiamava Manlio Barometro.

Dal comando dei vigili urbani di Napoli si è appreso che l’uomo non si era recato a lavoro e, molto probabilmente, quando è stato avvicinato dal killer stava rientrando in casa. Secondo gli inquirenti, i colpi erano diretti proprio verso l’agente che camminava in abiti civili.

Scrive l’Ansa che è stato ucciso come un boss, crivellato di colpi, a Ponticelli, quartiere della periferia orientale di Napoli. Un luogotenente della Polizia Municipale, Mariolino Barometro, di 59 anni, conosciuto come Manlio, è stato raggiunto dai sicari mentre era fermo davanti ad una cremeria gestita da un parente in via Fratelli Grimm, al Rione Incis, poco prima delle 18. Era certamente lui il bersaglio dei killer che gli hanno esploso numerosi contro colpi di arma da fuoco, al torace ed all’addome, da distanza ravvicinata.

L’agente della Polizia Municipale è stato subito soccorso da un’ambulanza del 118, che lo ha portato mentre era ancora vivo nell’ospedale evangelico Villa Betania. Il vigile era in abiti civili. “Oggi era in ferie”, ha detto all’Ansa il Comandante della Polizia Municipale di Napoli, Ciro Esposito. Un medico del Pronto Soccorso lo ha riconosciuto e, insieme con i colleghi, ha tentato a lungo di rianimarlo, ma è stato tutto inutile. “Aveva perso moltissimo sangue”, racconta il medico, e non c’ è stato niente da fare”.

Immagine 1 di 4
  • Rolando Mandragora, nonno Manlio Barometro ucciso in agguatoRolando Mandragora, nonno Manlio Barometro ucciso in agguato
  • Genoa, Rolando Mandragora a 17 anni ferma Paul Pogba (LaPresse)
Immagine 1 di 4

TAG: