Cronaca Italia

Roma, allarme formaggi alla diossina: ecco i terreni contaminati

Roma, allarme formaggi alla diossina: ecco i terreni contaminati

Roma, allarme formaggi alla diossina: ecco i terreni contaminati

ROMA – A Roma è allarme formaggi alla diossina. Il quotidiano Il Tempo rileva infatti l’apertura di un’indagine sulla combustione dell’immondizia, le pecore alleavate nelle campagne romane potrebbero produrre formaggi alla diossina. In diverse aree rurali della Capitale le pecore continuano purtroppo a brucare sui terreni contaminati dalla combustione dei rifiuti.

In particolar modo i terreni incriminati sono quelli a Est di Roma, nelle zone rurali tra Colle del Sole e fra via Rocca Cencia e via Sant’Alessio in Aspromonte, il quotidiano spiega come ci sia un rischio di contaminazione dei formaggi e definisce “la nuova terra dei fuochi”.

San raffaele

Da fonti vicine all’Arpa regionale, si apprende che l’organismo starebbe effettuando nuovi controlli proprio sulla diossina, che contamina i prodotti alimentari quando gli animali vengono portati a pascolare dove sono avvenuti roghi di materiale plastico e di metallo.

Il Tempo, che dedica la prima pagina dell’edizione di mercoledì 29 giugno 2016 a questo caso, anticipa come la procura di Roma abbia aperto tre fascicoli di indagine sulla contaminazione da rifiuti. Il primo riguarda la possibile esistenza di rifiuti pericoloso nascosti sotto terra, il secondo sversamenti fuori controllo da parte degli insediamenti industriali, il terzo l’eventuale presenza di solventi nei pozzi. I quartiere interessati sono Case Rosse, Castelverde, Lunghezzina, Borghesiana, Ponte di Nona, Colle del Sole.

To Top