Blitz quotidiano
powered by aruba

Roma, cadavere nel Tevere a Ponte Marconi. Da molto in acqua

ROMA – Il cadavere di un uomo è stato recuperato dai vigili del fuoco nel fiume Tevere a Roma, all’altezza di ponte Marconi. A quanto riferito dai pompieri, il corpo era bloccato tra i rami di un albero a pelo d’acqua. Sul posto la polizia. Secondo quanto si è appreso, il cadavere è deteriorato a causa della lunga permanenza in acqua e apparterrebbe a un uomo di circa 60 anni. Sulla vicenda indaga il commissariato San Paolo.

Aggiunge Flaminia Savelli su Repubblica:

L’uomo è stato trovato cadavere alle cinque di oggi pomeriggio, la corrente potrebbe averlo trascinato per diversi chilometri prima che un ramo di grosse dimensione lo bloccasse sotto ponte Marconi, all’altezza del Lungotevere degli Inventori. Proprio lì alcuni passanti hanno notato la sagoma galleggiare a filo dell’acqua. Subito sono intervenuti gli agenti del vicino commissariato e due squadre di sommozzatori dei vigili del Fuoco che in pochi minuti hanno recuperato il corpo.

Secondo i primi accertamenti e l’avanzato stato di decomposizione, il decesso risalirebbe almeno a una settimana fa. Resta tuttavia ancora un mistero la sua identità e la causa della morte: addosso non sono stati ritrovati documenti identificativi. Si tratterebbe comunque di un uomo tra i 40 e 50 anni di origini europee. Sconosciute anche le cause della morte.


TAG: ,