Blitz quotidiano
powered by aruba

Roma, Casamonica fermato senza patente: minacce di morte ai carabieri

ROMA – Fermato per un controllo dai carabinieri, viene scoperto a guidare senza patente, dopo che questa gli era stata revocata. E minaccia di morte i militari. Un romano di 43 anni con precedenti, appartenente alla famiglia Casamonica, è stato arrestato la mattina di sabato 17 settembre nel corso di alcuni controlli alla circolazione stradale dai carabinieri della stazione Roma Appia. L’uomo deve rispondere dell’accusa di minacce a pubblico ufficiale. 

Il pregiudicato è stato fermato in piazza don Bosco mentre era alla guida di una Mercedes. Quando i militari gli hanno chiesto di mostrare la patente lui, che non ce l’aveva perché revocata, ha inveito contro i carabinieri con minacce di morte.

L’uomo è stato trattenuto, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria, in attesa di essere condotto presso le aule di piazzale Clodio, sede dei tribunali romani, per il rito direttissimo.

I Casamonica sono una famiglia di origine sinti ma stanziale, originaria dell’Abruzzo e arrivati da Pescara a Roma negli anni Settanta. Secondo quanto si legge su Wikipedia, il gruppo è costituito principalmente dai membri delle famiglie Casamonica e Di Silvio, con occasionali imparentamenti con altre dinastie italo-rom quali i Cena, i De Rosa, i Di Guglielmo, i Laudicino e gli Spinelli.