Blitz quotidiano
powered by aruba

Roma. “Dacci il cane”, poi rom la prendono a bastonate

La donna è stata circondata dai nomadi che volevano rubarle il cane. Arrestati i due rom colpevoli dell'aggressione.

ROMA – Violenza da parte di un gruppo di rom contro una donna che stava portando a passeggiare il cane. Massacrata a calci e pugni in mezzo alla strada. È successo tutto la notte tra lunedì e martedì a Roma, nel quartiere Ponte Mammolo.

La donna stava passeggiando quando due nomadi, armati con i bastoni, l’hanno prima accerchiata e poi massacrata di botte. Subito dopo sono fuggiti, portandosi via anche i labrador. Le indagini hanno permesso di visionare le immagini registrate dalle videocamere di sorveglianza, immagini ora in mano agli inquirenti.

Appena la donna li ha visti arrivare ha gridato: “So chi siete, andate via o chiamo i carabinieri”. Ma loro non hanno frenato la loro violenza. La 45enne è stata così accerchiata e colpita ripetutamente alla schiena con i bastoni. È caduta a terra. Mentre cercava di rialzarsi, ha gridato: “Aiuto, sono stata derubata”.

“La schiena mi fa ancora male – ha spiegato ad alcuni amici come riporta il Messaggero – spero che riescano a prenderli, erano furie e avevano un chiaro accento dell’Est”.

I carabinieri sono riusciti a fermare i due rom, uno dei quali è finito in manette. Ogni cucciolo di Labrador rivenduto al mercato nero, varrebbe intorno ai mille euro. Ora si indaga per capire se dietro queste aggressioni ci sia il traffico di animali con l’Est europa.

 


TAG: ,