Cronaca Italia

Roma, donna aggredita a colpi di cellulare in faccia da una rom di 9 anni

Roma, donna aggredita a colpi di cellulare in faccia da una rom di 9 anni

Roma, donna aggredita a colpi di cellulare in faccia da una rom di 9 anni

ROMA –  Donna aggredita a colpi di cellulare in faccia da una bimba rom di 9 anni. E’ accaduto a Roma, alla stazione Barberini della linea A della metropolitana, in pieno centro città, alle 16:30 di mercoledì 12 luglio.

La donna, Assunta, 63 anni, è scesa dal treno alla stazione ed è stata accerchiata da un gruppetto di bambine che hanno tentato di scipparla, racconta Davide Desario su il Messaggero. In un primo momento la donna non si è lasciata intimorire, e si è fatta largo tra la gente per dirigersi verso la sua meta. Ma la baby gang non l’ha lasciata andare. Scrive il quotidiano romano:

Le piccole le si riavvicinano e quando la donna cerca di divincolarsi la più piccola le salta addosso e, secondo la ricostruzione degli agenti del commissariato Trevi, la colpisce al volto con un telefono cellulare. Una scarica veloce e violenta. La donna cade a terra in un lago di sangue.

I primi ad intervenire sono stati i vigilantes, che sono riuscite a fermare la bambina di 9 anni, mentre il resto della banda è fuggito. Le guardie giurate hanno chiamato il 118 e la polizia, e i sanitari hanno trasportato la donna al pronto soccorso del policlinico Umberto I.

San raffaele

La bambina è stata presa in consegna dagli agenti e accompagnata in un centro di accoglienza. Strutture dalle quali, però, sottolinea il Messaggero, 

le piccole nomadi scappano quasi sempre dopo poche ore. Per tornare il giorno in azione arricchendo le loro tasche e distruggendo, furto dopo furto, l’immagine della Capitale.

To Top