Blitz quotidiano
powered by aruba

Roma, spara e uccide compagna in un bar: arrestato 50enne

ROMA – Non voleva rassegnarsi alla fine della loro relazione, come invece voleva lei, così l’ha seguita nel bar e l’ha freddata con quattro colpi di pistola, davanti agli occhi increduli di clienti e passanti. E’ successo mercoledì sera alla periferia est di Roma, in via di Lunghezza, all’interno di un bar tabacchi che si è poi affollato di agenti della Squadra Mobile e della Scientifica al lavoro per ricostruire con esattezza quanto avvenuto.

Secondo le prime informazioni, l’uomo, un 51enne italiano con piccoli precedenti, avrebbe seguito la convivente, coetanea ed italiana anche lei, all’interno del bar. Lì avrebbe estratto la pistola esplodendo quattro colpi raggiungendo la compagna alla mano, all’addome e al petto.

L’omicida, stando alle testimonianze di chi si trovava sul posto, avrebbe poi tentato la fuga sbarazzandosi dell’arma in una stradina limitrofa. Passanti e clienti, però, hanno allertato immediatamente la polizia che è intervenuta fermando l’uomo e portandolo in questura dove avrebbe ammesso le proprie responsabilità.

Secondo quanto si apprende, la coppia abitava in zona. La donna era una cliente abituale del bar. Chi li conosceva racconta che i due erano spesso protagonisti di litigi. I clienti del bar ed i passanti che in quel momento si trovavano in zona sono ancora sotto shock, terrorizzati da quell’uomo e da quella pistola estratta davanti a tutti. Il suono dei colpi esplosi risuona ancora nelle loro orecchie, mentre il cadavere della donna giace a terra in un lago di sangue.

L’arma è stata ritrovata in un prato in via Lunghezzina, avvolta in una giacca.


PER SAPERNE DI PIU'