Blitz quotidiano
powered by aruba

Roma, esplosione in villa Casamonica a Ciampino: morto un giovane

ROMA  –  Esplosione in una villa a Ciampino, vicino a Roma, domenica pomeriggio, 7 agosto. Un uomo, un giovane di 26 anni appartenente alla famiglia Casamonica, è stato trovato carbonizzato dai vigili del fuoco che sono intervenuti sul luogo dello scoppio, in via Capri. A dare l’allarme è stato il proprietario dell’abitazione, anche lui della famiglia Casamonica, avvertito dall’allarme antincendio sul telefonino mentre si trovava fuori casa.

Secondo le prime informazioni il giovane potrebbe essere morto mentre cercava di dar fuoco all’edificio. E’ una delle ipotesi al vaglio degli investigatori, i carabinieri di Frascati e di Castel Gandolfo. E’ ancora in corso l’identificazione del cadavere della vittima, ma dovrebbe trattarsi di un giovane di 26 anni appartenente alla famiglia Casamonica. Ancora da chiarire il movente del gesto, non si esclude un motivo passionale nei confronti del proprietario, anch’egli Casamonica,

A dare l’allarme per quanto accaduto è stato il proprietario della villa, che non si trovava in casa, allertato da un sistema di videosorveglianza collegato al cellulare. Dopo l’esplosione fuori dalla villa si è creato un capannello di persone. Sul posto le pattuglie delle forze dell’ordine per controllare la situazione.