Blitz quotidiano
powered by aruba

Roma, faceva fare spesa gratis a suocera: 8 mesi a cassiera

ROMA – Faceva fare la spesa gratis alla suocera e ad un’amica. Per questo una cassiera di un noto supermercato capitolino è stata condannata a 8 mesi di reclusione. Quattro mesi alle altre due per truffa e furto.

La vicenda risale al 2010 e si svolge nell’ex Gs, oggi a marchio Carrefour, di via della Pisana a Roma. A far scattare le denunce sono state le lamentele presso la direzione del supermercato di diversi clienti che avevano smarrito la carta fedeltà che dava diritto a buoni spesa su alcuni prodotti. Una volta ottenuto il duplicato della carta, i clienti scoprivano che i buoni accumulati erano già stati spesi. Di qui la decisione della direzione del supermercato di intervenire per i dovuti accertamenti.

Così la cassiera è stata colta sul fatto proprio mentre faceva fare la spesa gratis alla suocera per un valore di ben 800 euro. Come? Digitando manualmente il prezzo dei prodotti alla cassa, con un importo inferiore a quello effettivo. In un’altra occasione invece la cassiera era stata sorpresa a firmare un buono acquisto falso per reso merce, poi utilizzato dall’altra complice, una ex dipendente dello stesso supermercato.

La direzione del negozio ha dunque sporto denuncia contro le tre donne, finite oggi dinanzi al giudice monocratico di Roma. Otto mesi di reclusione alla dipendente infedele e quattro mesi alle altre due.