Blitz quotidiano
powered by aruba

Roma, filmava donne nei bagni del Maxxi: addetto pulizie scoperto

ROMA – Una turista lo ha beccato mentre infilava il telefono, in modalità registrazione, proprio nel suo bagno. Per riprenderla mentre si spogliava e faceva i suoi bisogni. E’ così che è stato scoperto un addetto alle pulizie del prestigioso museo Maxxi di Roma. Ne parla Il Messaggero:

Un inserviente del Maxxi è stato pizzicato a spiare con lo smartphone nelle toilette per le signore ed ora è finito nel registro degli indagati con l’accusa di violenza privata. L’uomo, un quarantenne, addetto alle pulizie nel museo progettato da Zaha Hadid e dedicato all’arte contemporanea, una mattina di maggio, ha lasciato il telefono in funzione di registrazione video infilandolo sotto la parete divisoria del bagno accanto e quando una visitatrice, mentre si spogliava, se ne è accorta ha fatto scattare l’allarme, in realtà subito rientrato. I sospetti, infatti, sono ricaduti immediatamente sul dipendente visto che era appostato nel bagno vicino in attesa di recuperare il telefonino. La giustificazione che lo smartphone non fosse suo, poi, non ha retto da subito. Sin dai primi accertamenti è risultato nella sua disponibilità. Fortunatamente per la malcapitata, però, come è stato accertato poi, l’inserviente con manie voyeuristiche è riuscito a registrare solo immagini sfocate.

L’uomo è stato denunciato: a casa sua gli investigatori hanno trovato anche foto pedografiche nel pc, e l’accusa si è ulteriormente aggravata.


TAG: