Blitz quotidiano
powered by aruba

Roma, giovane si uccide con colpo di pistola in università

ROMA – Un ragazzo di 26 anni è morto dopo essersi sparato un colpo di pistola alla testa all’entrata dell’università Roma Tre a Roma. E’ accaduto nella sede di via della Vasca Navale. All’arrivo del 118 il giovane era già deceduto. Secondo quanto si è appreso il ragazzo era originario di Potenza. Quando è stato soccorso, all’entrata della facoltà di Ingegneria, sembra avesse ancora la pistola in mano. Sulla vicenda indaga la polizia.

Il giovane avrebbe tirato fuori una pistola e si sarebbe sparato alla testa davanti a diversi testimoni. Uno di loro si è sentito male ed è stato portato in stato di shock all’ospedale Sant’Eugenio.

“La comunità accademica di Roma Tre,  costernata, si stringe attorno alla famiglia, agli amici e ai colleghi dello studente d’Ingegneria che stamattina si è tolto la vita nella  sede di via della Vasca Navale”. Così Mario Panizza, il rettore  dell’Università degli Studi Roma Tre che, alla notizia della tragedia, si è recato immediatamente sul posto. “Le attività accademiche sono  state sospese per tutta la giornata in segno di cordoglio. In un  ateneo come il nostro, che vive come un campus, il dolore è tangibile. Siamo tutti attoniti”.


TAG: