Blitz quotidiano
powered by aruba

Roma, incendio al campo nomadi La Barbuta vicino aeroporto di Ciampino

ROMA – Un incendio è divampato nel campo nomadi La Barbuta a Roma nel pomeriggio del 3 agosto. Sterpaglie e vegetazione hanno alimentato le fiamme, con il rogo che è cresciuto rapidamente e una colonna di fumo nero si è sollevata creando problemi anche all’aeroporto di Ciampino. La colonna di fumo era visibile sia da Roma che dai paesi dei Castelli Romani e un aereo diretto a Ciampino è stato deviato altrove a causa della scarsa visibilità.

Marco De Risi sul quotidiano Il Messaggero scrive che il rogo è divampato nel tardo pomeriggio proprio nel campo nomadi di Roma e che sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco e la polizia:

“Si tratta di un rogo di grandi dimensioni alimentato anche dalla sterpaglia e dalla vegetazione nella campagna circostante. La colonna di fumo che si è sprigionata dalle fiamme è visibile da Roma e da tutti i paesi dei Castelli Romani, e ha creato problemi anche all’aeroporto di Ciampino. Un aereo diretto allo scalo romano è stato deviato altrove per scarsa visibilità. Sul posto sono intervenuti i vigili del fuoco e alcuni equipaggi della polizia e la protezione civile di Marino e di Ciampino. È stato richiesto l’intervento del soccorso aereo. Ancora non si riescono a determinare le cause del rogo. Non è comunque la prima volta che i fuochi del campo nomadi mettono a rischio la visibilità dell’areoporto”.


PER SAPERNE DI PIU'