Blitz quotidiano
powered by aruba

Roma, incendio palazzo Finanze: sgomberato, chiuso traffico

ROMA – Un incendio è divampato nel Palazzo delle Finanze tra il quarto e il quinto piano dell’edificio intorno alle 6 del mattino dell’11 maggio a Roma. Le cause dell’incendio sono ancora da accertare, ma la paura è stata molta. Al momento dell’incendio i dipendenti erano pochi e sono stati allontanati per tempo dall’edificio, nessuno è rimasto ferito, ma le strade circostanti sono state chiuse al traffico da via Campania a via Sicilia.

Ester Palma sul Corriere della Sera scrive che a dare l’allarme sono stati proprio i primi dipendenti arrivati sul luogo di lavoro:

“Per questo non ci sono stati feriti. Le fiamme hanno devastato gli uffici della segreteria del direttori e dell’archivio dei dipendenti e altre stanze. Sulle cause i Vigili del Fuoco, intervenuti con 5 squadre, devono ancora fare luce: si parla di un corto circuiti ma non si esclude al momento alcuna ipotesi, nemmeno quella del dolo. Sarebbero in salvo gli archivi dell’ufficio, che si trovano nei sotterranei del palazzo.

Ingorghi e caos in tutta la zona
Per precauzione, la polizia ha bloccato la circolazione su tutto il perimetro del palazzo da via Campania a via Sicilia. La pioggia ha fatto il resto, in zona si sono creati ingorghi e lunghe code. L’ufficio resta chiuso, saranno le verifiche sulla stabilità delle strutture portanti dei vigili del fuoco a stabilirne l’agibilità. In strada, oltre ai dipendenti del ministero, anche i ragazzi e i docenti dei vicini licei, lo scientifico Righi e il classico Tasso.

I dipendenti

«Sono arrivato intorno alle 6,30, come tutte le mattine – come tutte le mattina – racconta un impiegato – Ho alzato gli occhi e ho visto quel fumo nero che usciva dalle finestre del quarto piano. Ho subito chiamato i pompieri e ho avvisato i finanzieri». Ovvero il Comando generale del Corpo, che si trova su via Sicilia. Qualcuno parla di una centralina elettrica da tempo difettosa, altri di apparecchi elettrici lasciati accesi: mentre parte il tam tam dei i primi dipendenti ad arrivare sul posto che avvisano i colleghi. E inviano sui social foto dell’incendio”.


PER SAPERNE DI PIU'