Blitz quotidiano
powered by aruba

Roma, madre e figlio trovati morti in casa da 10 giorni

Roberto Di Bella, era un avvocato penalista conosciuto in zona e con lo studio non lontano dal'abitazione. La madre, Leda Gregoris, aveva 89 anni. Ipotesi omicidio-suicidio

ROMA – Li hanno trovati morti in un appartamento di via della Giuliana a Roma, nel quartiere Prati. Madre e figlio, Leda Gregoris di 89 anni e Roberto Di Bella, 60 anni, avvocato penalista conosciuto in zona e con lo studio non lontano dall’abitazione: erano morti da almeno dieci giorni.

A dare l’allarme è stato un collega di lavoro dell’uomo che non riusciva a contattarlo da svariati giorni. E’ andato a citofonare a casa del sessantenne che viveva con l’anziana madre di quasi 90 anni, ma nessuno ha risposto. Poi, insospettito, ha chiesto l’intervento dei Vigili del Fuoco. Quando i pompieri sono riusciti ad entrare nell’appartamento di via della Giuliana è stata fatta la macabra scoperta.

Stando ai primi rilievi i due cadaveri cominciavano già a presentare i primi segni di decomposizione. Si indaga ora a 360 gradi anche se l’ipotesi più probabile per gli inquirenti sarebbe quella di un possibile omicidio-suicidio. 

A sostegno di tale ipotesi c’è anche il fatto che non è stato riscontrato alcun segno di effrazione: porte e finestre pare che fossero chiuse da dentro e le stanze perfettamente in ordine. Neppure sui cadaveri ci sarebbero segni di violenza.


TAG: