Blitz quotidiano
powered by aruba

Roma, operaio si getta da ponte Cavour

Un operaio ha tentato il suicidio il 1° febbraio gettandosi dal parapetto del ponte Cavour a Roma. Subito sono scattate le ricerche nel fiume Tevere

ROMA – Un operaio di 50 anni si è gettato dal ponte Cavour a Roma la mattina del 1° febbraio 2016.  L’uomo stava lavorando insieme a dei colleghi sul ponte, quando all’improvviso si è alzato in piedi, si è diretto al ponte e si è lanciato nel vuoto. Subito i suoi colleghi hanno dato l’allarme e le ricerche sono iniziate nel fiume Tevere.

Marco De Risi sul Messaggero scrive che l’uomo si sarebbe gettato nel fiume Tevere dopo aver scavalcato il parapetto del ponte Cavour:

“al lavoro per cercarlo due gommoni della polizia e i vigili del fuoco. Dalle prime informazioni si tratterebbe di un operaio che stava lavorando al manto stradale e all’improvviso avrebbe tentato il suicidio gettandosi nel fiume. L’uomo avrebbe anche rifiutato l’aiuto dei passanti scesi sulla banchina per cercare di dargli una mano. A dare l’allarme sono stati i colleghi di lavoro dell’uomo, addetto alla manutenzione stradale, che avrebbero visto il cinquantenne gettarsi dal ponte”.


PER SAPERNE DI PIU'