Blitz quotidiano
powered by aruba

Roma, picchiano donna e le danno fuoco: tre arresti

La vittima una 46enne polacca è stata ridotta in fin di vita da alcuni suoi connazionali.

ROMA – Ubriachi tentano di rapinare una connazionale colpendola con calci e pugni e poi la ricoprono di alcool e le danno fuoco. E’ accaduto nella tarda serata di ieri, 16 febbraio, a Casal del Marmo, nella periferia di Roma, all’interno di una baracca abusiva.

I tre, due uomini e una donna, 46enne di nazionalità polacca e senza fissa dimora, si trovavano in compagnia di un’altra connazionale quando all’improvviso, dopo essersi ubriacati, hanno aggredito la donna tentando di rapinarla dei pochi spicci che aveva, colpendola violentemente con calci e pugni. Infine le hanno cosparso di alcool braccia e gambe e le hanno dato fuoco, dandosi alla fuga. La vittima è riuscita a trascinarsi fuori dalla baracca ed è stata soccorsa da alcuni passanti che hanno immediatamente chiamato l’ambulanza e allertato le forze dell’ordine.

Sul posto sono intervenuti i carabinieri della stazione di Roma Ottavia e del nucleo operativo compagnia Trionfale che si sono messi subito sulle tracce dei tre aggressori. Ad aiutarli nelle ricerche la stessa vittima che, trasportata all’ospedale Gemelli, poco prima di essere intubata ha fornito indicazioni utili alle indagini.

Dopo intense ricerche condotte da diverse pattuglie dei carabinieri, i militari sono riusciti ad individuare la baracca e a rintracciare i tre polacchi che sono stati sottoposti a fermo indiziati di delitto con l’accusa di rapina e tentato omicidio. La vittima si trova ora in prognosi riservata ed è in pericolo di vita per le gravi lesioni interne riportate.


TAG: