Cronaca Italia

Roma, ragazzina rom aggredisce una donna in metro. Una settimana dopo è tornata

Roma, ragazzina rom aggredisce una donna in metro. Una settimana dopo è tornata

Roma, ragazzina rom aggredisce una donna in metro. Una settimana dopo è tornata

ROMA – Mercoledì scorso una ragazzina rom l’ha aggredita in metropolitana a Roma. E’ accaduto alla fermata Barberini, sulla linea A. Oggi, a distanza di una settimana, Maria Assunta Devoti ha scoperto che la sua aguzzina è tornata.

La giovane, poco più che una bambina, non era imputabile perché minore di 14 anni. A seguito della denuncia della signora, brutalmente malmenata in metropolitana, la ragazzina era stata affidata ad una struttura di accoglienza, dalla quale è scappata poco dopo. Oggi, secondo quanto riporta Elena Bartolazzari sul Giornale, è stata avvistata nella stessa metropolitana dove una settimana prima si era consumata l’aggressione.

Tutto ha avuto inizio mercoledì intorno alle 16. Maria Assunta Devoti aveva avuto l’accortezza di segnalare ai passeggeri la presenza della baby gang pronta a sgraffignare portafogli in metropolitana. La violenza scatta sulla banchina e si protrae all’esterno: sul volto tumefatto e sulle braccia della signora si vedono ancora i lividi.

Di qui la denuncia al Commissariato Trevi, dove la rom viene presa in custodia e affidata ad una casa famiglia. “Questa minore ha dei genitori che la mandano a rubare, se lo avesse fatto mia madre gli avrebbero tolto la potestà genitoriale”, si sfoga la signora col Giornale. Ma le speranze di rintracciare i suoi genitori sono pressoché vane.

Ora che è tornata sulla scena del crimine neppure la security della stazione metro può fare molto per fermarla. “Se ha il biglietto non possiamo impedirgli di entrare, possiamo solo monitorarla”. Ma in caso di nuovi furti o aggressioni “noi abbiamo le mani legate, è una minore, se la sfioriamo ci becchiamo una denuncia e perdiamo il posto di lavoro”.

Il caso è finito pure in Parlamento con il consigliere comunale di Forza Italia Davide Bordoni che ha chiesto al collega senatore Francesco Giro di presentare una interrogazione urgente al ministro Minniti.

To Top