Blitz quotidiano
powered by aruba

Roma, “saltafila” in piazza San Pietro: agenzie tutte irregolari

ROMA – I “saltafila”, ovvero coloro che propongono pacchetti ai turisti con ingresso prioritario nelle attrazioni, erano tutti irregolari, in nero. E’ l’esito delle operazioni di controllo in prossimità della Città del Vaticano, a Roma, finalizzate alla verifica dei rapporti di lavoro dei cosiddetti ‘intromettitori’. Si tratta del personale di varia nazionalità utilizzato dalle agenzie turistiche per promuovere tour guidati e/o biglietti d’ingresso ai monumenti storici di Roma (Colosseo, Musei Vaticani, ecc). Solo il controllo di una giornata ha portato all’ispezione di 11 agenzie turistiche, “tutte risultate irregolari”.

Lo fa sapere il ministero del Lavoro, spiegando che per 9 di queste è scattata la sospensione dell’attività imprenditoriale per l’occupazione di personale in nero. Le operazioni rientrano nell’ambito delle attività di vigilanza speciale ‘Giubileo 2016′, disposta dalla Direzione generale per l’Attività ispettiva del ministero del Lavoro e coordinata dalla Direzione interregionale del lavoro Roma, e sono state effettuate in data 13 luglio da ispettori del lavoro e funzionari ispettivi Inps, insieme a personale della Polizia municipale di Roma Capitale e della Polizia di Stato.

Nell’immediatezza delle verifiche ispettive, spiega inoltre il ministero del Lavoro, le 2 altre società hanno provveduto alla regolarizzazione del personale occupato in nero, mentre proseguono gli accertamenti nei riguardi delle posizioni lavorative dei titolari di partita Iva. Complessivamente durante i controlli sono state verificate le posizioni lavorative di oltre 70 lavoratori.