Blitz quotidiano
powered by aruba

“Sei rumena, mettiti in fondo al bus”: condannato a zappare l’orto

ROMA – “Sei rumena, mettiti in fondo al bus”. E il giudice lo condanna a zappare l’orto. Questa la conclusione di una vicenda iniziata su un bus dell’Atac a Roma. Un gruppo di quattro giovani italiani avevano insultato una loro coetanea di Bucarest sul bus a Roma. Tre minorenni e un ragazzo di 20 anni che si sono accaniti con insulti razzisti contro una loro coetanea, “rea” di essere originaria della Romania. Per questo motivo l’unico maggiorenne è stato condannato ai servizi sociali: dovrà svolgere 9 mesi di lavori socialmente utili in una cooperativa agricola.

Giuseppe Scarpa su Repubblica nell’edizione di Roma scrive che i fatti risalgono al 12 maggio 2013, quando un ragazzo spalleggiato da altre 3 ragazzine minorenni inizia ad insultare la vittima:

“La romena, dopo la minaccia, a capo chino andò a sedersi proprio nel posto in fondo al mezzo indicato dalla gang. Insulti, minacce e risate di fronte alle quali la vittima rimase in silenzio: “Sei una zoccola”. Non però gli altri passeggeri. Infatti qualcuno di loro telefonò alle forze dell’ordine. I poliziotti intervennero quasi subito. Alla successiva fermata salirono sul mezzo e liberarono  la ragazza dalla morsa del gruppo”.


PER SAPERNE DI PIU'