Blitz quotidiano
powered by aruba

Roma. Spedizione armata da ex: “Torna”. Nuovo fidanzato gli spara

ROMA – Due uomini hanno fatto irruzione in un appartamento per far tornare la ex fidanzata con il fratello di uno di loro. Armati di pistola, i due hanno preso la donna a schiaffi e l’hanno minacciata, ma il nuovo compagno è intervenuto: ha disarmato i due e li ha messi in fuga sparandogli con la loro stessa pistola. La scena da far west arriva da Roma, via Trasaghis in zona Labaro, e si svolge la sera del 10 giugno. Il risultato è stato di 3 arresti con accuse a vario titolo di tentato omicidio, minacce aggravate, porto abusivo di armi e detenzione di stupefacenti.

Il Messaggero scrive che l’allarme è scattato la sera del 10 giugno intorno alle 22, quando un testimone ha telefonato alla polizia per segnalare una violenta lite. All’arrivo degli agenti la dinamica viene ricostruita:

“Quando le pattuglie della polizia, sono arrivate sul posto, hanno appreso che due uomini, identificati successivamente per L.D. e G.V. rispettivamente di 38 e 46 anni, si erano presentati a casa di F.S. romano di 38 anni, con vari precedenti di polizia, con l’intenzione di convincere la compagna di quest’ultimo a tornare dall’ex fidanzato, fratello di L.D.. Quando la donna ha aperto la porta, è stata colpita al volto con vari schiaffi. A qual punto, è intervenuto l’attuale fidanzato della stessa.

Nel corso della colluttazione, L.D., ha estratto una pistola minacciando l’uomo. Quest’ultimo però è riuscito a disarmarlo colpendolo con un martello. I due aggressori così si sono dati alla fuga ma F.S. affacciatosi al balcone, utilizzando la pistola appena sottratta, ha esploso vari colpi d’arma da fuoco in direzione dell’auto con a bordo i due soggetti.

Durante la perquisizione domiciliare dell’uomo, i poliziotti, hanno rinvenuto un colpo inesploso sul balcone dell’appartamento e tre bossoli sotto il terrazzo. Inoltre, è stato rinvenuto un involucro contenente circa 150 grammi di sostanza di colore marrone risultata positiva ai derivati dell’oppio ed anfetamine nonché alcuni grammi di cocaina, una pistola calibro 7,65 con matricola abrasa che l’uomo aveva nascosto sotto lo zerbino di una abitazione al 3^ piano dello stabile. Le successive operazioni hanno portato all’arresto anche degli altri due uomini rintracciati dagli agenti della Polizia di Stato sul Grande Raccordo Anulare.

Accompagnati negli uffici del commissariato Ponte Milvio, F.S. è stato arrestato per tentato omicidio e detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente mentre L.D., anch’egli con vari precedenti di Polizia, è stato arrestato per porto abusivo di arma clandestina e minacce aggravate. Il terzo uomo invece, G.V., è stato denunciato per concorso nelle minacce aggravate”.


TAG: , ,

PER SAPERNE DI PIU'