Blitz quotidiano
powered by aruba

Roma, tassista minacciata e rapinata: “Non guiderò mai più”

ROMA – “I soldi o la vita”. E’ cominciato così l’incubo di Lara, 28 anni, tassista per una notte a Roma in sostituzione del padre rimasto a casa perché ammalato.

Un uomo, sulla trentina, la ferma in piazza Gaetano La Loggia con il classico gesto della mano. E’ l’ultimo cliente della giornata. Chiede di essere portato a Corviale, la giovane accetta la corsa e mette in moto. Insieme percorrono un bel po’ di strada. Poi in zona Casetta Mattei l’uomo entra in azione: le stringe la cintura di sicurezza attorno al collo e la minaccia puntandole una pistola al fianco. Si fa consegnare l’intero incasso di giornata, 230 euro in tutto e sparisce.

Riccardo Tagliapietra per il quotidiano Il Messaggero raccoglie il racconto di quei terrificanti istanti:

“Era pelato, o rasato, con la barba folta, scura e il viso leggermente scavato, magro, sarà stato alto un metro e settanta”, racconta la ragazza con precisione. Indossava un giubbotto scuro e parlava con un forte accento romano. […]

[…] La sua licenza – racconta la giovane tassista – l’ha venduta da poco, dopo le molestie di alcuni clienti e un paio di balordi che non l’avevano pagata. Lara è stata tassista per cinque anni a Roma, qualche volta aveva avuto paura – confessa – ma mai come l’altra sera. “Temevo gli partisse un colpo dalla pistola – dice – Poi mi è venuta in mente la collega violentata un anno fa…”.

La memoria la riporta alla vicenda di Simone Borgese, il cameriere condannato lo scorso marzo a 7 anni di carcere per aver violentato e rapinato una tassista al termine di una corsa, sostenendo di essere stato colto da un raptus. “Potevo fare la stessa fine”, dice davanti al padre la ragazza con le lacrime che le segnano il volto. E promette: “Non guiderò mai più un taxi, nemmeno il tuo papà”.

Alessandro Genovese di Ugl taxi sottolinea:

“La necessità di installare telecamere e allarmi gps sulle auto di servizio”, chiedendo alla Regione Lazio di prevedere un contributo per le auto pubbliche, sia per garantire una maggiore sicurezza agli autisti che ai clienti.


TAG: ,