Blitz quotidiano
powered by aruba

Roma, vandalo danneggia due statue nella chiesa di Santa Prassede

ROMA – E’ entrato nella Basilica di Santa Prassede, al centro di Roma, e si è scagliato contro due statue colpendole ripetutamente e danneggiandole. Poi ha rovesciato candelieri, teche e si è dato alla fuga. E’ accaduto nella serata di venerdì nella basilica che si trova nei pressi di Santa Maria Maggiore, nel rione Monti.

Erano le 19 circa e nella chiesa stava per iniziare un concerto di musica sacra organizzato dall’ambasciata slovacca quando il vandalo è entrato in azione. A dare l’allarme alla polizia il parroco. Il responsabile sarebbe un uomo di colore, alto circa un metro e 80. Al momento si escluderebbe il gesto di matrice religiosa e ipotizza che si tratti di uno squilibrato.

Le statue danneggiate sono quelle di Sant’Antonio e Santa Prassede, a cui sono state rotte braccia e volto. Ancora da chiarire con quale oggetto le abbia colpite più volte. Ed ora si indaga per risalire al responsabile dell’atto vandalico all’interno dell’antichissima basilica che ha l’entrata principale, di rado utilizzata, in via San Martino ai Monti, mentre l’entrata abituale, ma secondaria, si trova sul lato destro dell’edificio. La chiesa prende il nome dalla S.Prassede, sorella di S.Pudenziana e figlia del senatore romano Pudente, discepolo di S.Paolo. Fondata nel IX secolo da papa Pasquale I subì vari restauri nei secoli XV, XVII e XIX. All’interno c’è anche una lapide del 1743 dedicata a Pico della Mirandola.


TAG: