Blitz quotidiano
powered by aruba

Roma, week end di cortei e sit-in: tutti i blocchi al traffico

ROMA – Dopo un venerdì nero, tra maltempo e sciopero dei trasporti, Roma si prepara ad un sabato altrettanto nero, con cortei e sit in, e tremila agenti schierati per la sicurezza.

Sabato 26 e domenica 27 novembre ci saranno quattro manifestazioni che causeranno blocchi della circolazione in vari punti della città, come spiega Mauro Evangelisti sul Messaggero. E per domenica c’è anche l’allarme sicurezza, dal momento che è previsto l’arrivo di migliaia di antagonisti dal Nord Italia.

Saranno tremila gli agenti schierati, non solo per garantire l’ordine, ma anche per la sicurezza, considerato il rischio di attentati. In campo, scrive il Messaggero, “specialisti del controllo delle folle di polizia e carabinieri, squadre di artificieri e unità cinofile anti-esplosivo; rafforzati i servizi di pattugliamento a partire dalla periferie e ai caselli”.

Ecco nel dettaglio gli eventi di questo fine settimana romano, riassunti dal Messaggero:

Domani sera all’Olimpico si giocherà Roma-Pescara, con le consuete limitazioni della circolazione. Oggi, in mattinata, si svolgerà un incontro nell’Aula Paolo VI, in Vaticano; sempre in mattinata i comitati per il No al referendum prevedono un’iniziativa con oltre 1000 persone che si raduneranno a Montecitorio per poi spostarsi al teatro Quirino. Nel pomeriggio, invece, alle 13.30 altro corteo, in questo caso organizzato dal Movimento 5 Stelle, sempre per il No. Sono previsti blocchi della circolazione lungo il percorso: piazzale San Paolo, via Ostiense, piazzale Ostiense, piazza di Porta San Paolo, via della Piramide Cestia, piazza Albania, viale Aventino, piazza di Porta Capena, via dei Cerchi, piazza della Bocca della Verità. E’ annunciata anche la partecipazione di Beppe Grillo e Virginia Raggi. Nel pomeriggio, iniziativa a favore del Sì, con il presidente del Consiglio, Matteo Renzi, alla Nuvola dell’Eur. Altro corteo, sempre oggi pomeriggio, contro la violenza sulle donne: in questo caso il percorso previsto è il seguente: da piazza della Repubblica a Piazza di Porta di San Giovanni (attraverso via Cavour, Fori Imperiali, via Labicana, via Emanuele Filiberto).

I timori maggiori per la sicurezza riguardano la giornata di domenica: si temono infiltrazioni alla manifestazione per il no al referendum, che si snoderà da piazza della Repubblica attraverso via XX Settembre, via Piave, Corso Italia, Muro Torto fino a piazza del Popolo. Tra le adesioni, quelle dei i no Tav, no Triv e gruppi di studenti.


PER SAPERNE DI PIU'