Blitz quotidiano
powered by aruba

Rompe braccialetto elettronico: Polizia cattura latitante

NAPOLI – Distrugge il braccialetto elettronico e scappa. Il 21enne latitante è stato scovato dopo un mese. Sono stati gli agenti del Commissariato di polizia di Giugliano, in provincia di Napoli, diretti dal primo dirigente Pasquale Trocino, ad arrestare Vincenzo De Luca originario di Secondigliano.

Il giovane, scrive il Mattino di Napoli, è stato intercettato sulla Domiziana all’interno di un appartamento nei pressi di Lago Patria. Il giovane era stato accusato di una rapina messa a segno lo scorso giugno a Todi in provincia di Perugia al bar tabacchi ‘Le Gallerie’ che si trova lungo l’autostrada E/45. Era in compagnia di altri tre complici che furono tutti tratti in arresto.

De Luca fu così ristretto agli arresti domiciliari con l’obbligo del ‘braccialetto elettronico’. Poi, un mese fa, la latitanza. Domenica 10 aprile l’arresto da parte della polizia giudiziaria del Commissariato di Giugliano che lo hanno rinchiuso in carcere.


TAG: ,