Blitz quotidiano
powered by aruba

Rovigo: uccide due donne in un canile e si ammazza

ROVIGO – Due donne sono state trovate morte in nel canile della località Fenil del Turco, una frazione di Rovigo. Una terza persona,  l’autore della strage, è morta poco dopo essersi sparata.

Le due donne uccise sono Maria Askarov di 51 anni, la figlia Rosica Montana di 31 anni, entrambe moldave e da tempo in Italia. L’ex marito della più giovane, albanese, omicida suicida, si chiamava ‘Rino’ Begu (nome assunto in Italia), di 41 anni e residente a Boara Pisani. Il delitto, avvenuto a Fenil del Turco, appena fuori Rovigo, sarebbe dovuto al fatto – secondo una prima ricostruzione dei carabinieri – che l’uomo non voleva essere lasciato dalla moglie e in particolare che questa non gli facesse vedere i due figli di 2 e 11 anni.

Circostanza, questa, avvalorata dal fatto che già nella giornata di giovedì 25 febbraio avrebbe tentato di vederli, causando l’ennesima lite. Il duplice omicidio e suicidio è avvenuto nell’abitazione concessa alla Askarov per controllare un canile realizzato da un’associazione di volontari (due di loro erano ad accudire gli animali quando Begu ha cominciato a sparare). In ospedale, in coma farmacologico, è ricoverato invece il compagno della Askarov, di nazionalità uzbeka.

A dare l’allarme è stato il fratello 17enne di Rosica che si trovava in casa mentre in casa vi erano anche i figli della stessa. Begu avrebbe utilizzato un revolver di grosso calibro, sparando numerosi colpi e ricaricando più volte l’arma. Accanto al suo corpo, sarebbe stato trovato un sacchetto contenente altre decine di proiettili che non ha utilizzato.


TAG: