Blitz quotidiano
powered by aruba

Sabina Guzzanti: vigili Olbia bloccano film “La Trattativa”

OLBIA – Il docufilm “La Trattativa” di Sabina Guzzanti ad Olbia non verrà proiettato, almeno per mercoledì. A nulla è valso il tentativo dell’opposizione di centrosinistra in Consiglio comunale che, dopo la sospensione della proiezione da parte del sindaco Settimo Nizzi (Fi), ha riprogrammato la stessa in un locale privato.

“Abbiamo reagito alla censura riprogrammando la proiezione del film, ma poco fa i vigili urbani ci hanno comunicato l’impossibilità di proiettare il film in quanto avremmo violato la normativa e ciò avrebbe comportato il rischio di chiusura del locale”, ha spiegato il capogruppo dell’opposizione Carlo Careddu, davanti ad una platea di circa duecento persone arrivate per assistere alla proiezione. L’amministrazione comunale di Olbia aveva deciso di annullare la proiezione del film della regista, prevista per mercoledì sera in piazza della Biblioteca, nell’ambito delle serate dedicate alla legalità della manifestazione “Sul filo del discorso”, organizzata dalla precedente amministrazione.

Gli ultimi interventi comici della Guzzanti hanno riguardato soprattutto Gi Meloni. Ecco un passaggio della riuscita imitazione di Gi Meloni:

“ROMA CAPOCCIA MUNDI. CONDIVIDETE COATTI! Berlusconi finalmente glie l’ha fatta, ha mollato Bertolaso, l’uomo-catastrofe che ogni volta che apre bocca fa franare i sondaggi. Ma non lo molla per la Meloni che poteva vincere, lo molla per Alfio il palazzinaro. Dunque il centrodestra è ufficialmente esploso. Ma esploso non vuol dire scomparso: vuol dire che è OVUNQUE! L’elettore di destra ha davanti a sé una vastissima possibilità di scelta, destra moderata, destra radicale, destra lepeniana, destra palazzinara, destra tedesca, in costruzione anche una destra austriaca! Molti temono che l’elettore di destra possa confondersi. Per questo motivo ieri mentre giravamo la nuova puntata del @TgPorco, siamo stati interrotti da Gi Meloni che si è presa tutto lo spazio. L’abbiamo filmata perché ci è sembrato un documento interessante per i posteri. Sono semplici annunci per la campagna elettorale, ma siamo sicuri qualcuno in futuro potrà trovare il senso che a noi sfugge. Quindi preparatevi perché da oggi per qualche giorno pioveranno MELONI!”.