Blitz quotidiano
powered by aruba

Sagliano Micca, esplosione sventra casa: si cerca disperso

Un'esplosione ha sventrato un edificio a Sagliano Micca, vicino Biella, la sera del 18 febbraio. Tra le macerie si scava per cercare un disperso

BIELLA – Un forte boato ha accompagnato l’esplosione che ha sventrato un palazzo a Sagliano Micca, in provincia di Biella, la sera del 18 febbraio. Una persona sarebbe rimasta coinvolta nell’esplosione e risulta dispersa, mentre il primo bilancio è di quattro feriti. I vigili del fuoco intervenuti sulla scena scavano tra le macerie per cercarla.

L’esplosione è avvenuta poco dopo le 20 di giovedì sera e potrebbe essere stata provocata dallo scoppio di una bombola di gas in via Roma a Sagliano Micca, paese di poco più di 1600 abitanti, vicino alla chiesa parrocchiale. Lo scoppio ha causato anche un black out elettrico e parte del paese è rimasto al buio.

Una persona sarebbe rimasta coinvolta nello scoppio e potrebbe trovarsi sotto le macerie. I soccorsi sono resi difficili da rischio che si verifichino nuovi crolli tra le macerie. Il bilancio è di quattro feriti: il più grave è un trentenne, che è stato estratto vivo dalle macerie e trasportato in ambulanza dal 118 all’ospedale di Biella. Meno gravi le condizioni degli altri tre feriti.

L’esplosione, forse causata dallo scoppio di una bombola di gas, ha causato danni anche alle case limitrofe e alla vicina chiesa parrocchiale, rompendo i vetri delle finestre per lo spostamento d’aria. Sul posto, insieme a carabinieri e polizia, sono intervenute diverse squadre di vigili del fuoco, che a scopo precauzionale hanno chiesto di spegnere tutte le apparecchiature a gas ai residenti della zona.