Blitz quotidiano
powered by aruba

Alezio, Samuele Piro cade da giostra a 15 anni e sbatte il torace: morto

ALEZIO (LECCE) – Un ragazzino di 15 anni, Samuele Piro, è morto la notte scorsa dopo aver battuto violentemente il torace al passamano di una giostra, il Tagadà, che si trova in un’area allestita provvisoriamente a luna park in occasione della festa della Madonna della Lizza ad Alezio, in Salento. Il giovane, che avrebbe perso l’equilibrio mentre era sulla giostra, è deceduto nell’ospedale Vito Fazi di Lecce dove è stato condotto subito dopo l’incidente. L’attrazione, di proprietà di un giostraio di Gallipoli, è stata sequestrata su disposizione del pm di turno del Tribunale di Lecce, Emilio Arnesano. Il Tagadà è una giostra meccanica a forma di disco sul cui perimetro sono disposti una serie di divanetti che guardano verso il centro della stessa attrazione.

L’attrazione, di proprietà di un giostraio di Gallipoli, è stata sequestrata su disposizione del pm di turno del Tribunale di Lecce, Emilio Arnesano. Il Tagadà è una giostra meccanica a forma di disco sul cui perimetro sono disposti una serie di divanetti che guardano verso il centro della stessa attrazione.

Il sito Lecce Prima ricostruisce la vicenda

“Dopo aver partecipato alla processione, raggiunge le giostre. Un giro, poi un altro ancora. Il Tagadà è come sempre affollato. La giostra è formata da un disco circondato da una serie di divanetti che guardano verso il centro dell’attrazione e gira vorticosamente su se stessa, oscillando in maniera repentina facendo così sobbalzare i passeggeri. Le urla si mischiano alla musica dance, in un tripudio di gioia. Il 15enne, secondo i primi riscontri dei carabinieri, si alza dai divanetti e raggiunge la parte interna del Tagadà, cercando di restare in equilibrio. Una piccola prova di abilità comune a tanti. All’improvviso, però, qualcosa va storto. Pochi istanti e la festa diventa tragedia. Sono le 23, Samuele perde l’equilibrio ed è sbalzato violentemente contro il corrimano che circonda la parte esterna della giostra, riportando una forte contusione al torace.

Le condizioni del 15enne appaiono subito critiche e viene trasferito d’urgenza, da un’ambulanza del 118 all’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce. I medici cercando in ogni modo di salvarlo, ma inutilmente. Alle 2 il suo giovane cuore smette di battere, troppo gravi le lesioni interne provocate dall’impatto. Su disposizione del pubblico ministero di turno, Emilio Arnesano, il corpo del piccolo Samuele è stato trasferito presso la camera mortuaria del “Fazzi”, a disposizione dell’autorità giudiziaria”.

 

 


TAG: ,