Blitz quotidiano
powered by aruba

Salerno, donna somala in coma: è stata massacrata di botte

SALERNO – Prima l’ha massacrata di botte e poi le ha sbattuto la testa contro una lastra di cemento: è accaduto nella notte tra venerdì e sabato a Salerno, nella zona di Torrione. Responsabile dell’aggressione un polacco di 45 anni con piccoli precedenti, che è stato arrestato con l’accusa di tentativo di omicidio.

La vittima, probabilmente una cittadina somala, non è stata ancora identificata: con sé non aveva documenti. Ora è in coma. E’ ricoverata nell’ospedale San Leonardo di Salerno dove è stata sottoposta a un delicato intervento chirurgico alla testa durato fino alle quattro di mattina.

Come riporta Repubblica, a chiamare i carabinieri è stato un cittadino che ha telefonato al 112. Il polacco asserisce di essere legato sentimentalmente alla donna e che alla base del gesto ci sarebbero motivi passionali. Al momento, però, non vi è alcun riscontro del legame tra i due in quanto la donna non può confermarlo dal momento che è ricoverata in rianimazione. Le indagini sono affidate ai carabinieri del Norm di Salerno, coordinati dal tenente Bartolo Taglietti.