Blitz quotidiano
powered by aruba

Salerno, omicidio Olena Tonkoshkurova: premio ai carabinieri

Salerno, un premio ai carabinieri per aver concluso con successo le indagini su un omicidio in 24 ore

SALERNO – Hanno ricevuto un premio per aver concluso con successo le indagini su un omicidio in 24 ore. Si tratta dei carabinieri di Sala Consilina, Salerno, responsabili delle indagini sull’omicidio della massaggiatrice ucraina Olena Tonkoshkurova. Scrive Erminio Cioffi su La Città di Salerno:

I militari dell’Arma in pochissimo tempo, meno di 24 ore, grazie ad una meticolosa attività investigativa riuscirono in pochi giorni ad individuare l’autore dell’omicidio, Dmytro Zastavnetskyi, 29enne connazionale della vittima che al termine del processo di primo grado è stato condannato a 26 anni di reclusione dalla Corte di Assise di Potenza. L’omicidio era stato compiuto nella camera da letto dell’abitazione della massaggiatrice al civico 23 di via Porta del Bagno nel pieno centro di Polla. Olena morì per dissanguamento dopo essere stata colpita alla gola con un coltello. Per nascondere le tracce venne appiccato anche un incendio all’interno dell’abitazione.

Le fiamme però furono domate rapidamente dai Vigli del Fuoco. Il 29enne fu tradito dalla bicicletta con la quale si era allontanato dall’abitazione della vittima. Alcune telecamere di videosorveglianza lo avevano ripreso mentre si allontanava pochi minuti dopo l’omicidio e la bravura dei Carabinieri e del PM titolare delle indagini permise in pochissime ore di riuscire ad individuare l’autore del delitto che dopo alcune ore di interrogatorio crollò ed ammise le sue responsabilità. Dmytro Zastavnetskyi ora si trova in una cella della casa circondariale di Bellissimo Irpino.


TAG:

PER SAPERNE DI PIU'