Blitz quotidiano
powered by aruba

Salvini: “Castrazione chimica per Marco Prato-Manuel Foffo”

ROMA – Matteo Salvini invoca la castrazione chimica per Marco Prato e Manuel Foffo: “Il delitto di Roma? Io sono per la castrazione chimica, gli assassini non devono avere in mezzo alle gambe qualcosa con cui possono minacciare il prossimo. E poi quei due non devono rivedere la luce del sole finché campano”. Così si è espresso il leader della Lega Nord, a La Zanzara su Radio 24, sull’uccisione di Luca Varani. Ma che c’entra la castrazione chimica, non è stato uno stupro, dicono i conduttori: “Era una specie di , droga, violenza, tutto e il resto. Castrazione chimica tutta la vita”.

Intanto Repubblica ha pubblicato un’intervista a Valter Foffo, padre di uno dei due presunti killer: “Chi ci vede per strada ormai ci grida dietro: ‘Assassini’. È una vergogna. Io ora, però, voglio solo incontrare la famiglia di quel ragazzo. Voglio chiedere scusa ai Varani per quello che è successo”. Valter, spiega il padre, non ha mai detto che voleva ucciderlo: “Andatevi a leggere gli atti. Questo non c’è scritto proprio da nessuna parte. Non ci sono ancora i nuovi verbali”.

Quanto alla sua partecipazione a Porta a Porta “non si tratta di difendere. Io ho raccontato soltanto la verità, non ho difeso nessuno. Aspetto l’esito delle indagini. Mi lasci dire che ho piena fiducia in tutti, nelle indagini della magistratura e dei carabinieri. Ora è tutto in mano al mio avvocato”. Manuel? “Cosa gli direi? Lei non sa i calci che gli darei in questo momento. Ma ora penso ad altro”. Cioè alla famiglia di Luca Varani. “Ci incontreremo sicuramente nei prossimi giorni. Chiederò loro scusa. Ci sono tre famiglie che hanno visto la loro esistenza andare in frantumi. Siamo tutti disperati. Il dolore è tanto, glielo assicuro”. Intervistato anche dal Tempo, Foffo descrive il figlio Manuel come “completamente fuori di testa”. “Manuel è la dimostrazione lampante che si può letteralmente impazzire per la troppa droga assunta. Deve essere così, non so darmi altre spiegazioni. Giuro che ci ho pensato e ripensato ma solo la cocaina può essere all’origine del Male. È un dramma”.

Immagine 1 di 8
  • Marco Prato, cocaina e botte per gioco con un altro ragazzo?4
Immagine 1 di 8
Immagine 1 di 5
  • Manuel Foffo: "Ero strafatto". Marc Prato provò il suicidio2Una foto tratta dal profilo Facebook di Luca Varani, lo studente universitario ucciso in un appartamento nel quartiere Collatino, alla periferia di Roma, 6 Marzo 2016.
Immagine 1 di 5