Cronaca Italia

Sammontana, maglietta con bestemmia e logo su Facebook: azienda querela

Sammontana, maglietta con bestemmia e logo su Facebook: azienda querela

Sammontana, maglietta con bestemmia e logo su Facebook: azienda querela

ROMA – Una bestemmia e il logo della Sammontana. Questa la maglietta messa in vendita sul web che ha scatenato l’ira dell’azienda, che dopo la segnalazione di Selvaggia Lucarelli ha querelato la pagina Facebook Welcome to favelas, seguita da oltre 500mila persone, per aver sfruttato il popolare logo unendolo ad una frase blasfema che fa rima proprio col marchio.

Selvaggia Lucarelli sul quotidiano Il Tirreno scrive che l’account Facebook della Sammontana le ha prontamente risposto dopo aver scoperto l’iniziativa e che ha fatto sapere che procederà per vie legali per tutelare il proprio marchio e la propria immagine:

“Su “Welcome to favelas” e altri gruppi analoghi sorti su Facebook pende già una denuncia del Codacons a diverse Procure della Repubblica. Lo afferma l’associazione dei consumatori, commentando la decisione di Sammontana di proporre querela contro gli amministratori della pagina Facebook per la maglietta blasfema messa in vendita sul web.

“Si tratta di gruppi che su Facebook incitano all’odio e alla violenza verso donne, disabili e gay, inneggiando a stupri di gruppo e altri gravi reati – spiega il Codacons – Gruppi estremamente pericolosi, perché possono avere effetti negativi sui più giovani spingendoli a compiere gesti brutali. Siamo risaliti all’identità dei veri amministratori di tali gruppi, e li abbiamo denunciati a diverse Procure, perché la crescita di episodi di bullismo in Italia è senza dubbio da ricercarsi anche nei social network e nei gruppi ‘chiusi’ di Facebook che spingono i giovani a compiere abusi e gesti violenti verso coetanei, donne, disabili e soggetti deboli, facendo credere loro che pestare a sangue o seviziare un altro essere umano sia non solo possibile, ma addirittura giusto”.

To Top