Blitz quotidiano
powered by aruba

Samuele Cianci muore a 21 anni dopo la partita di calcetto

ROMA – Samuele Cianci muore a 21 anni dopo la partita di calcetto. Un 21enne di Empoli (Firenze), Samuele Cianci, è morto dopo aver accusato un malore al termine di una partita di calcetto con gli amici. La tragedia è avvenuta ieri sera poco prima delle 22.30 presso gli impianti sportivi di Monteboro, di proprietà dell’Empoli FC. Il giovane si è accasciato a terra negli spogliatoi appena terminato il match.

Sul posto i carabinieri e il personale del 118 che ha tentato inutilmente di rianimarlo con un massaggio cardiaco. Il magistrato di turno ha disposto il trasferimento del corpo all’istituto di medicina legale a Careggi (Firenze) per fare l’autopsia e per stabilire la causa del decesso. Su Il Tirreno la cronaca dei drammatici attimi del tentativo disperato di salvare il giovane.

L’allarme è stato dato dai suoi coetanei poco dopo le ore 22.15. La partitella era appena finita. Lui, insieme ai suoi compagni di squadra era appena rientrato negli spogliatoi, per fare la doccia. La sala operativa del 118 di Pistoia-Empoli ha inviato sul posto l’automedica di stanza all’ospedale San Giuseppe e l’ambulanza della Pubblica Assistenza. In attesa dell’arrivo dei soccorritori sono stati alcuni dei presenti a tentare le prime manovre per cercare di rianimarlo.
Tentativi disperati che sono stati portati poi avanti dal personale del 118 sotto gli occhi di decine di persone che hanno a lungo sperato nel miracolo. Che non c’è stato. Il cuore di Samuele non ha più ripreso a battere. (Francesco Turchi, Il Tirreno)


TAG: