Cronaca Italia

Sant’Antonio Abate, picchia la fidanzata, poi fugge sui tetti e tira sassi ai carabinieri

Sant'Antonio Abate, picchia la fidanzata, poi fugge sui tetti e tira sassi ai carabinieri

Sant’Antonio Abate, picchia la fidanzata, poi fugge sui tetti e tira sassi ai carabinieri

NAPOLI – Picchia la fidanzata e le ruba il telefono per procurarsi i soldi per comprare la droga. Poi, quando lei chiama i carabinieri, fugge sui tetti e colpisce i militari con dei sassi. Arrestato. In manette è finito un giovane di 26 anni di Sant’Antonio Abate (Napoli), già noto alle forze dell’ordine.

Non era la prima volta che il giovane picchiava la fidanzata, sempre per lo stesso motivo: aveva bisogno di soldi per procurarsi la droga. Questa volta, però, la ragazza ha avuto coraggio e ha chiamato il 112.

I militari sono arrivati sul posto e hanno bloccato il fidanzato sul tetto della sua abitazione, dove aveva tentato di scappare. Fermato, è ora in attesa del processo per direttissima. La ragazza è stata visitata dal personale sanitario e le sono state medicate le contusioni, guaribili in pochi giorni.

To Top