Cronaca Italia

Sara Capoferri scomparsa nel nulla, il giallo delle telecamere

Sara Capoferri scomparsa nel nulla, il giallo delle telecamere

BRESCIA – Proseguono le ricerche di Sara Capoferri, la 37enne bresciana scomparsa da casa a Palazzolo (Brescia) da una settimana.

Ora gli investigatori stanno cercando di risolvere il giallo delle riprese delle telecamere della tangenziale di Brescia.

L’ultima volta in cui è stata ripresa dalle telecamere dei portali installati sulle tangenziali della provincia di Brescia risulta essere lunedì a Paderno Franciacorta in direzione Brescia. La stessa strada che teoricamente avrebbe percorso anche martedì dopo aver trascorso la serata con gli amici in alcuni locali di Iseo. Ma di questo secondo passaggio nelle telecamere non c’è traccia.

La macchina è stata poi ritrovata bruciata a Berlingo.

Sara è svanita nel nulla dopo che martedì scorso si è allontanata dalle persone con cui stava trascorrendo la serata dicendo di volere stare sola. “Mi trovavo a Ghedi quando Sara mi ha chiamato chiedendomi di raggiungerla a Ospitaletto – ha spiegato l’amico che l’ha vista per l’ultima volta – quando sono arrivato è salita sulla sua auto ed è partita. L’ho inseguita fino a Bargnana di Rovato, poi l’ho persa di vista. Forse è andata in direzione Chiari”.

Qualche risposta, forse, arriverà dalle verifiche sul suo account Facebook. “Voglio credere che Sara sia viva – ha detto la mamma Ninna Caramma – conoscendola penso che quando si è bucato il pneumatico abbia cominciato a vagare a piedi. Mia figlia cammina per chilometri. Forse qualcuno, non so se buono o cattivo, le ha dato un passaggio, magari l’ha portata lontano”.

To Top