Cronaca Italia

Savona, bimba disabile libera grazie ad un ascensore, dopo 3 anni di lotte con la burocrazia

Savona, bimba disabile libera grazie ad un ascensore, dopo 3 anni di lotte con la burocrazia

Savona, bimba disabile libera grazie ad un ascensore, dopo 3 anni di lotte con la burocrazia

SAVONA – Dopo tre anni di battaglie contro la burocrazia, finalmente una bambina disabile di 7 anni potrà entrare ed uscire autonomamente di casa grazie ad un ascensore esterno. La storia arriva da Savona, dove sono iniziati i lavori di costruzione, dopo un iter complesso e lunghissimo che ha attirato l’attenzione della città.

“La gioia più grande? L’incredulità di mia figlia quando ha visto il cantiere”, ha detto oggi la madre. Tre anni fa i genitori della piccola, che ha problemi di deambulazione, avevano chiesto di poter costruire un ascensore esterno, ma nonostante l’appoggio e l’aiuto economico dei condomini si sono scontrati con due ostacoli: da un lato i vincoli imposti dalla Soprintendenza, che ha richiesto quasi 15 progetti per arrivare ad una soluzione che rispettasse tutte le prescrizioni ed integrazioni; dall’altro il fatto che il piazzale su cui avrebbe dovuto sorgere l’ascensore era di uso pubblico ma di proprietà di un altro condominio.

“Abbiamo dovuto acquistare un’area di 3 metri per 3 – racconta la madre – e per raccogliere le procure dei 44 proprietari abbiamo impiegato un anno. Sono dovuti arrivare a firmare anche da fuori Italia perché senza quelle firme non avremmo potuto acquistarla”.

Una volta completata la compravendita è arrivata la rinuncia del Comune all’uso pubblico, e finalmente il cantiere ha potuto prendere il via. “E’ un miracolo – il commento della madre – in cui molte volte avevamo quasi smesso di sperare. Ma non ci siamo mai arresi, e speriamo che ora la nostra storia serva da esempio per tutti quei genitori di bambini disabili lasciati soli di fronte a simili odissee”.

To Top