Blitz quotidiano
powered by aruba

Scambia foto su Whatsapp, poi ricatta ragazzo

UDINE – Scambia delle foto intime via Whatsapp, poi ricatta un ragazzo: arrestata. Protagonista della vicenda, che risale all’estate scorsa, una giovane di 20 anni dell’hinterland di Udine.

Secondo quanto riferisce il quotidiano Il Messaggero Veneto, la ragazza aveva indotto un ragazzo conosciuto in chat ad inviarle alcune foto intime. Poi lo aveva fatto chiamare da una donna che si era finta una madre e che lo aveva denunciato di minacciarlo se non le avesse consegnato dei soldi. In tutto la ragazza si era fatta consegnare oltre 18mila euro in poco più di un mese.

Racconta il Messaggero Veneto:

Una ragazza friulana, S.S., 20 anni, dell’hinterland udinese, ha patteggiato oggi una pena a due anni e 20 giorni di reclusione e 550 euro di multa, con il beneficio della condizionale, per l’ipotesi di reato di estorsione. Con quel meccanismo l’imputata sarebbe riuscita a convincere la vittima, un coetaneo della Bassa friulana, a consegnare ben 18.840 euro nell’arco di poco più di un mese.

La vicenda risale all’estate scorsa. Dopo la chiamata della «mamma» che descriveva la figlia come disperata, chiusa in camera e sempre in lacrime, a partire dall’8 giugno scorso il ragazzo avrebbe consegnato all’imputata diverse somme di denaro contante, nel parcheggio di un supermercato udinese.

L’ultima il 19 luglio scorso. Poi il ragazzo si sarebbe confidato con i familiari che, nel frattempo, si erano accorti degli ingenti ammanchi in casa.

 


PER SAPERNE DI PIU'