Cronaca Italia

Schiaffi ai bambini: sospesa maestra di scuola elementare

Bimbi schiaffeggiati e presi per i capelli: sospesa maestra elementare

Bimbi schiaffeggiati e presi per i capelli: sospesa maestra elementare

REGGIO CALABRIA – Schiaffi e scappellotti ai bimbi della scuola elementare: sospesa una maestra. La docente, 66 anni, non potrà più insegnare per un anno, dopo essere stata accusata di maltrattamenti aggravati nei confronti dei bambini di 6-7 anni che le erano affidati. E’ accaduto a Reggio Calabria.

L’insegnante, secondo l’accusa, era solita minacciare i piccoli anche con un bastone battuto sulla cattedra per farli stare tranquilli e, quando non ci riusciva, li colpiva con scappellotti e schiaffi. In un caso ha anche preso un bambino per i capelli trascinandolo per l’aula.

A far scattare le indagini è stata la denuncia dei genitori di un bambino preoccupati perché loro figlio aveva più volte manifestato insofferenza a frequentare le lezioni per paura di quanto lui e i suoi amichetti subivano da parte dell’insegnante. Gli investigatori hanno quindi nascosto delle telecamere nell’aula.

Le immagini riprese dalle telecamere hanno immortalato i numerosi scappellotti e schiaffi dati ai piccoli, “colpevoli” di aver sbagliato una divisione o aver fatto male i compiti scolastici.

Un fischietto suonato per stabilire l’ordine e la minaccia di far saltare loro il cervello se i bimbi non avessero seguito le sue direttive, nonché un bastone impugnato e sbattuto sulla cattedra per richiamare l’attenzione, erano, secondo l’accusa, i mezzi didattici utilizzati dall’insegnante.

E quando le minacce non erano sufficienti a frenare la normale vivacità dei bambini l’insegnante passava alle vie di fatto: nelle immagini la si vede mentre trascina da una parte all’altra dell’aula, tirandolo per i capelli, un bambino “responsabile” di aver abbracciato un amichetto per gioco.

To Top