Blitz quotidiano
powered by aruba

Sciopero Atac 31 maggio Roma: stop metro, bus e tram

ROMA – Stop di 24 ore di metro, bus e tram a Roma il 31 maggio 2016. Lo sciopero dei trasporti è stato indetto dalle sigle sindacali Usb, Orsa Tpl, Faisa Confail, Sul e Utl, che dopo il fallimento della conciliazione con Atac all’incontro del 27 maggio hanno deciso di proclamare l’agitazione. Le corse di metro, bus e tram dell’Atac saranno a rischio per 4 ore, dalle 8,30 alle 12,30, mentre le linee Tpl si fermeranno per 24 ore, con treni garantiti da inizio servizio fino alle 8,30 e dalle 17 alle 20.

Lorenzo De Cicco su Il Messaggero scrive che tra le motivazioni dello sciopero c’è l’accordo sindacale del 17 luglio scorso che ha agganciato alla produttività e alla presenza in servizio una parte dello stipendio di macchinisti e lavoratori delle officine di Atac:

“«La sola proposta che ci è arrivata dall’Atac – si lamentavano ieri i sindacati – è stata la volontà di istituire un tavolo unitario tra tutte le sigle sindacali per portare avanti il confronto sull’accordo aziendale contestato. Ma le organizzazioni che hanno proclamato lo sciopero ne chiedono la revoca. Neppure la richiesta di sottoporre l’accordo ad un referendum tra i lavoratori ha trovato accoglimento». Ecco quindi che la protesta di martedì è «confermata». A dire il vero, ufficialmente, questo mese uno sciopero ci sarebbe stato. Ma solo sulla carta. Il 20 maggio. Ma dopo la decisione della Prefettura di ridurre la durata della protesta a solo 4 ore, per ridurre al minimo i disagi per i romani, quasi tutte le sigle avevano fatto un passo indietro, spostando la mobilitazione proprio al 31 maggio, pur di scioperare per 24 ore.

L’unica a non voler cancellare la protesta era stata l’associazione Cambia-menti M410, dell’autista pasionaria Micaela Quintavalle. Ma solo per polemica con la Prefettura, tanto da avere invitato «i lavoratori a non scioperare e a lavorare regolarmente».

E infatti i disagi, alla fine, erano stati contenuti.Difficile dire che accadrà lo stesso fra tre giorni. La protesta del 31, avvertiva ieri l’Agenzia per la Mobilità, scatterà dalle 8.30 alle 17 e poi dalle 20 a fine servizio e «metterà a rischio il servizio di bus, filobus, tram, metropolitane oltre alle ferrovie Roma-Lido, Termini-Centocelle e Roma-Nord».

Possibili ripercussioni potrebbero esserci anche sul servizio delle linee bus notturne nella notte a cavallo tra il 31 maggio e l’1 giugno. La protesta potrebbe coinvolgere anche gli addetti ai parcheggi e alle biglietterie e il personale dei servizi interni, dagli operai agli impiegati di Atac”.