Blitz quotidiano
powered by aruba

Sciopero dei medici per 48 ore il 17 e 18 marzo

Sciopero dei medici: il 17 e il 18 marzo prestazioni a rischio. Protesta contro i tagli alla sanità

ROMA – Medici in sciopero per 48 ore il 17 e 18 marzo. La decisione è stata presa giovedì nella riunione dell’intersindacale, alla quale partecipano tutte le sigle del settore. Lo sciopero vuole evidenziare il malessere della categoria dei camici bianchi, ribadendo il no ai tagli delle prestazioni erogate ai cittadini e ”all’indifferenza del governo ai problemi della Sanità”. L’obiettivo è ”la salvaguardia del Sevizio sanitario nazionale”. Visite, prestazioni e interventi a rischio, dunque, per quei giorni. Lo sciopero non riguarda, ovviamente, i servizi di pronto soccorso.

Lo sciopero, spiega all’AGI il segretario dell’Anaao Costantino Troise, sarà preceduto da una serie di manifestazioni dei camici bianchi, a partire da una a Napoli a fine febbraio, probabilmente il 20. “Le questioni sul tappeto che abbiamo posto al Governo a dicembre – attacca Troise – sono state inascoltate, anzi relegate nel silenzio più assoluto. Noi siamo sempre più convinti che c’è il rischio concreto di un tracollo della sanità pubblica, e insieme del ruolo e del valore del nostro lavoro. Pensiamo siano cose che interessino i cittadini, non solo la nostra categoria. Il diritto alle salute, ad avere servizi omogenei in tutte le regioni, sono fortemente a rischio con questa visione solo ragioneristica della sanità pubblica, a vantaggio di quella privata”.


PER SAPERNE DI PIU'