Cronaca Italia

Sciopero improvviso a Linate e Malpensa degli addetti ai bagagli, ritardi e disagi. Rabbia passeggeri

Sciopero improvviso a Linate e Malpensa degli addetti ai bagagli, rabbia passeggeri

Sciopero improvviso a Linate e Malpensa degli addetti ai bagagli, rabbia passeggeri

ROMA – Sciopero improvviso questa mattina, 1 agosto, agli aeroporti di Linate e Malpensa degli addetti ai bagagli. L’agitazione dei lavoratori ha provocato diversi ritardi oltreché la rabbia dei passeggeri. Una agitazione che non era stata annunciata e che sarebbe cominciata stamattina presto, intorno alle 6. La protesta arriva il primo agosto, giorno ‘caldo’ per le partenze dei vacanzieri, probabilmente scelto non a caso.

“Causa agitazione sindacale spontanea del personale di terra si stanno verificando disservizi e ritardi su Malpensa – è stato il messaggio pubblicato dallo staff dello scalo solo alle 8.35 – seguiranno aggiornamenti”. Alle 9, la situazione su Linate – secondo l’account ufficiale di Aeroporti – stava lentamente rientrando.

Il nuovo sciopero improvviso segue quello del 6 maggio scorso, quando i lavoratori delle cooperative del trasporto bagagli e dei servizi di terra avevano invaso il check-in di Malpensa di Ryanair per protestare contro la politica degli appalti delle società che hanno in affidamento i servizi.

Anche stavolta i lavoratori e i sindacati si oppongono all’ingresso di una cooperativa nei servizi cosiddetti “di rampa”, l’unico dove le cooperative non sono ancora entrate.

To Top