Blitz quotidiano
powered by aruba

Scuola, sciopero generale anticipato a venerdì 20 maggio

ROMA – È stato anticipato al 20 maggio lo sciopero annunciato nel corso della manifestazione del 28 aprile in piazza Montecitorio e che coinvolgerà, per l’intera giornata, tutto il personale della scuola (docenti, personale ATA e dirigenti). Lo hanno deciso questa mattina i segretari di FLC CGIL, CISL Scuola, UIL Scuola e SNALS Confsal.

La scelta ha tenuto conto che il 23 maggio si ricorderà in tutta Italia la strage di Capaci e che saranno numerose le iniziative di commemorazione promosse nelle scuole. Maria Falcone, sorella del magistrato ucciso 24 anni fa, nei giorni scorsi, ha ringraziato i sindacati per la scelta di modificare la data dello sciopero in relazione alle manifestazioni in ricordo della strage di Capaci.

Lo sciopero, spiegano i sindacati, è stato indetto per il mancato avvio delle trattative per il rinnovo del contratto elle numerose emergenze del settore, soprattutto quelle legate all’applicazione della legge 107/15. Le motivazioni dello sciopero saranno illustrate in una conferenza stampa che i sindacati convocheranno nei prossimi giorni.

Gissi (Cisl), sciopero del 20 anche a sostegno precari. “Lo sciopero della scuola è stato anticipato al 20 maggio per permettere la commemorazione della strage di Capaci in tutte le scuole italiane. Le motivazioni sono note: rinnovo del contratto scaduto da sette anni, ritiro della norma, approvata nella riforma di luglio scorso sulla buona scuola, che vede una invasione di campo dell’ambito contrattuale e il riconoscimento della professionalità attraverso strumenti negoziali e non con assegnazioni unilaterali. Con lo sciopero generale vogliamo ribadire anche il nostro impegno verso i precari e il personale Ata, che ha vissuto una gravissima crisi a seguito delle mancate assunzioni per la mobilità del personale delle ex province nelle scuole”.

Lo ha detto – davanti a circa 300 rsu provenienti da tutte le scuole del Piemonte e ai segretari regionale e territoriale Cisl, Alessio Ferraris e Domenico Lo Bianco – il segretario nazionale della Cisl Scuola, Lena Gissi. Solidarietà e vicinanza ai colleghi del Pubblico Impiego, che scioperano in Piemonte il 4 maggio, è stata espressa dalla segretaria regionale Cisl Scuola, Maria Grazie Penna, che ha anche annunciato la presenza di una delegazione dei sindacati della scuola al corteo di Torino.