Blitz quotidiano
powered by aruba

Orge tra adolescenti ed esperienze lesbo nella Schio degli anni 70: caccia all’autore di “Seventy sex”

Cresce la curiosità e il mistero a Vicenza su chi sia la vera autrice del libro ‘a sfumature hard’ “Seventy Sex”. Un libro un cui una ignota Janis Joyce racconta le sue esperienze sessuali nella Schio della fine degli anni ’70. Tra orge adolescenziali, masturbazioni già alle elementari, spinelli in compagnia, esperienze lesbiche, il libro è diventato un vero e proprio caso letterario. E così la casa editrice ha deciso di varare un concorso a premi per chi scoprirà chi si cela dietro lo speudonimo di ‘Janis Joyce’.

Autobiografico o meno che sia il libro è destinato a dare scandalo, sulla falsariga di quel “Cento colpi di spazzola” di Melissa P. Il cerchio sull’autrice, comunque, sembra si stia stringendo. Secondo indiscrezioni sempre più incalzanti, sarebbe la moglie di un noto politico scledense la voce narrante delle trasgressioni giovanili altovicentine negli anni della rivoluzione culturale. Lei è Laura Bettanin, consorte dell’assessore alla Cultura Pit Formento. Gli indizi sarebbero la corrispondenza d’età e l’aver pubblicato un altro libro con la Transeuropa. L’assessore Formento liquida tutto con una battuta: “Negli ultimi giorni il mio telefono continua a squillare ma da parte mia su Janis Joyce posso solo dire una cosa. E’ arrivata con un anno di ritardo. La presentazione del libro e la caccia alla vera identità sarebbero state perfette un anno fa quando il tema culturale era F for Fake”.


PER SAPERNE DI PIU'

*campi obbligatori