Blitz quotidiano
powered by aruba

Si fingono tecnici del gas, con falso tesserino, e derubano anziani

MANTOVA – Si fingevano tecnici del gas, suonavano alle porte degli anziani, mostravano un finto cartellino di riconoscimento ed entravano nelle loro case, derubandoli. Ma sono stati arrestati. La banda di truffatori è stata identificata dopo l’ultimo colpo di alcuni giorni fa a Lonato del Garda (Brescia). Si tratta di un uomo e due donne, tutti bresciani.

La banda è ritenuta responsabile di undici tentativi di furto e 15 furti con raggiro andati a segno, tutti compiuti tra le province di Brescia, Mantova, Cremona e Milano. 

Spiega la Gazzetta di Mantova:

I tre si fingevano tecnici del gas e con tanto di cartellino di riconoscimento, ovviamente falso, si facevano aprire la porta di casa da anziani a cui chiedevano anche di nascondere i monili in oro in frigorifero per evitare di danneggiarli in caso di fughe di gas. Con una scusa, poi li distraevano, facevano sparire i gioielli e scappavano.

(…) Raccolte diverse denunce i Carabinieri di Lonato hanno stretto il cerchio attorno ad uno dei 3 malviventi, un 34enne con precedenti specifici e da lì sono risaliti al resto della banda. Secondo le stime dei militari sarebbe di 60mila euro il bottino del gruppo e circa 15mila euro il valore della refurtiva recuperata, una parte già restituita ai proprietari.

Il colpo dei giorni scorsi a Lonato è stato l’ultimo: i militari li hanno seguiti e bloccati in flagranza di reato, i 3 sono stati arrestati e condannati. Nove mesi di reclusione all’uomo; pena sospesa, invece, per le due donne di 31 e 45 anni, condannate a 9 e 10 mesi.


PER SAPERNE DI PIU'