Cronaca Italia

Si gioca tutti i soldi dell’incasso alle slot e si inventa rapina: condannato

Si gioca tutti i soldi dell'incasso alle slot e si inventa rapina: condannato

Si gioca tutti i soldi dell’incasso alle slot e si inventa rapina: condannato

TREVISO – Si è giocato tutti i soldi dell’incasso alle slot machine. Poi, per coprire la magagna, ha inscenato una rapina. Per questo un uomo di 40 anni è finito a processo a Treviso. E’ stato condannato a sei mesi di reclusione per simulazione di reato.

La vicenda si svolge a Conegliano. L’uomo, un ex dipendente della Bofrost, nota azienda di surgelati porta a porta, aveva appena terminato il suo giro di consegne e col portafogli gonfio di 1500 euro, il frutto dei vari pagamenti dei clienti, non ha saputo resistere al richiamo delle slot.

Come spesso accade, la fortuna gli ha voltato le spalle e così, dopo aver perso tutto e non sapendo come giustificare l’accaduto, si è recato alla stazione dei carabinieri di Cison di Valmarino, dicendo di essere stato rapinato. Ha inventato di essere stato assalito da due uomini al termine dell’ultima consegna. I due, nascosti dietro il furgone, lo avrebbero colpito con due pugni al volto prima di portargli via il portafoglio con l’incasso della giornata.

San raffaele

Dopodiché si è recato in azienda per riportare gli estremi della denuncia. Ma una volta a casa è stato vinto dal senso di colpa. Così un’ora dopo è tornato dai carabinieri e ha raccontato la verità. Un gesto di redenzione che, per ovvie ragioni, non è bastato a salvargli il posto di lavoro. E nemmeno dai guai con la giustizia: il tribunale di Treviso lo ha condannato con pena sospesa.

To Top